accessi quotidiani
abbonati alla newsletter
SCARICA GRATIS IL GIORNALE DI REGGIO
IL NOSTRO COMUNE:
CORREGGIO
SCARICA LA GUIDA "IL NOSTRO COMUNE"
400 EDIZIONI
ANNUALI
AGGIORNATE
citta
Rom, dopo l'aggressione di Massenzatico "Il Comune non si limiti alla solidarietà"
La Lega Nord: bisogna fare rispettare la legalità

REGGIO EMILIA (27 febbraio 2012) - Il consigliere comunale leghista Matteo Iotti interviene sull’aggressione subita l’altra sera da un frequentatore della “Paradisa” di Massenzatico. In questo frequentatissimo centro sociale, come si ricorderà, il 55enne Fabrizio Belli è stato colpito da un pugno da un giovane, che i testimoni indicano come un nomade, che si era presentato nei locali, con altri coetanei che come lui apparivano alticci. Belli, che il gruppo aveva cominciato a molestare, era stato colpito e fatto cadere a terra mentre si accingeva a chiamare i carabinieri. Il gruppo è poi fuggito, e al momemento i carabinieri non hanno individuato nè l’aggressore nè i suoi amici.
Il consigliere leghista chiede ora che il Comune, «oltre che la solidarietà, faccia dei gesti tangibili  il rispetto della legalità». Scrive Iotti: «Sono anni che i cittadini di Massenzatico e di Pratofontana subiscono passivamente gli effetti negativi di una convivenza intollerabile con la comunità nomade, nel silenzio delle istituzioni. Occorre che anche il Comune faccia la sua parte, e che oltre alle dichiarazioni di solidarietà dell’assessore alla Sicurezza Franco Corradini (alle quali ci associamo), si passi anche ai fatti».
Il consigliere prosegue: «Mi auguro che la magistratura e le forze dell’ordine giungano in tempi rapidi all’individuazione dei soggetti che hanno compiuto questo ignobile gesto, e che gli stessi vengano giustamente e duramente puniti. Indicativo il fatto che una delle auto utilizzata per la fuga da questi criminali sia stata ritrovata nei pressi del campo nomadi di via Gramsci».
Prosegue Iotti: «Qualora si accertassero responsabilità o anche solo connivenze o favoreggiamenti da parte di ospiti del campo nomadi di via Gramsci, da parte del Comune mi auspico che vengano presi i provvedimenti di cui al regolamento dei campi nomadi, e che a Reggio non ci sia alcuna ospitalità per questi individui».
La conclusione è questa: «Il rispetto della legalità è il primo requisito per la convivenza civile tra le persone, e Reggio non può e non deve tollerare in alcun modo che certi fatti rimangano impuniti».

Commenta articolo:

Fermati nell'auto "imbottita" di droga: arrestati dai carabinieri
provincia - [18.4.2014]

SAN MARTINO IN RIO (18 APRILE 2014) - Due giovani incensurati sono stati arrestati a San Martino in Rio perché sono stati trovati in possesso di mezzo etto di hascisc. I due, uno di 23 e l'altro di 25 anni, stavano passando con la loro auto lungo via Rubiera quando sono stati fermati per un normale controllo. 

“Lei è troppo povera, niente riduzione mensa per il bimbo”
citta - [18.4.2014]

REGGIO EMILIA (18 APRILE 2014) - Madre sola, con due figli di 7 e 11 anni, con un lavoro stagionale, col padre dei bimbi disoccupato e per di più trattata a pesci in faccia dal Comune, che le ha negato la riduzione mensa per il bimbo piccolo e quindi l’ha minacciata di segnalazione alla Guardia di Finanza per la sua dichiarazione Isee.

Tutto sui rapporti tra maschietti: sconcerto per manuale di sesso gay distribuito agli studenti
citta - [18.4.2014]

REGGIO EMILIA (18 APRILE 2014) – Un opuscolo di igiene sessuale gay è stato distribuito con una simpatica operazione di guerriglia omossessuale tra gli studenti, anche minorenni, dell’istituto Cattaneo-Dall’Aglio di Castelnovo Monti, al termine di una lezione sull’omofobia tenuta nei giorni scorsi a cura di Arcigay di Bologna.

Caso di meningite a scuola: studente ricoverato e profilassi per i suoi compagni
provincia - [18.4.2014]

CORREGGIO (18 APRILE 2014) - Un caso di meningite è stato registrato a Correggio, in una classe terza della scuola media Andreoli - Marconi. Lo studente colpito, informa l'Ausl, è ricoverato al Santa Maria Nuova.

L’artista sassolese Beatrice Gherardi espone a Mirandola
spettacoli - [18.4.2014]

REGGIO EMILIA (18 APRILE 2014) - I lavori di Beatrice Gherardi saranno esposti a partire da oggi, venerdì 18 aprile, negli spazi del Centro Commerciale ‘Al Borgo’ di Mirandola, inaugurato nel settembre 2012 dopo il terremoto che ha colpito la Bassa Modenese. Beatrice, nata a Sassuolo nel 1996, frequenta il quarto anno dell’indirizzo ‘Arti Figurative’ presso il Liceo Artistico Adolfo Venturi di Modena.

SCARICA LA GUIDA
"NOI CITTADINI"
aggiornamento settimanale
Registro Aziende Sostenitrici
ricerca aziende
 
TV IN DIRETTA (SELEZIONA CANALE)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
Per effettuare una ricerca si può inserire una qualunque combinazione di termini o una data specifica.
Ricerca libera  Ricerca per data
Adriano Olivetti, Steve Jobs italiano: nel 1964 produsse il primo computer

Adriano Olivetti, Steve Jobs italiano: nel 1964 produsse il primo computer
di Andrea Pamparana

L’APPUNTAMENTO è fissato per le 10 di un freddo mattino di gennaio. Giovanni mi aspetta nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Ivrea. Il treno regionale partito da Torino Porta Nuova alle 8,25, arrivo previsto alle 9,31, è in ritardo di circa un quarto d’ora

La cura del rigore non può ammazzare il malato

La cura del rigore non può ammazzare il malato
di Tiziano Motti

 Subito liquidità dall’Europa per salvare il sistema della imprese, piano a vasto raggio per il lavoro, impiego immediato di tutti i fondi strutturali disponibili, grandi infrastrutture in project financing, varo degli Eurobond per ridurre gli interessi sul debito degli Stati.

Solidarietà a imprenditori e operai suicidi
Magdi Cristiano Allam

Lancio la proposta di promuovere una giornata nazionale di lutto e solidarietà...

Giustizia per il popolo greco
Magdi Cristiano Allam

Nessuna pietà per i greci! I loro governanti sono stati degli imbroglioni...

La dittatura mediatica
Magdi Cristiano Allam

La dittatura finanziaria non potrebbe sussistere senza la dittatura mediatica...

Un confessionale itinerante per "inseguire" i fedeli

Un confessionale itinerante per "inseguire" i fedeli

Per avvicinare i fedeli in Polonia è nato il primo confessionale mobile, un furgone allestito che ha ottenuto il nulla osta del vescovo Edward Dajczak della diocesi di Koszalin

A Berlino il primo ristorante per cani e gatti

A Berlino il primo ristorante per cani e gatti

Anche Fido, ora, ha il suo ristorante. Ha aperto infatti in pieno centro a Berlino il primo ristorante completamente dedicato agli amici a quattro zampe

Arriva lo slip anti-puzzette

Arriva lo slip anti-puzzette

La soluzione per chi soffre di meteorismo arriva da un'azienda britannica specializzata in articoli medici che ha lanciato sul mercato un nuovo modello di biancheria intima